music for PLASTIC PIG, RUBBER CHICKEN, FLUTE AND VOICE

A grande richiesta, dopo l’immenso successo della rapsodia per pollo di plastica in si bemolle maggiore, eccovi la mia nuova rivoluzionaria creazione musicale.
In questa composizione per porco di plastica, pollo, flauto e voce ho volutamente omesso ogni sovrapposizione armonica o ritmica per concentrarmi unicamente sulla dirompente energia del tema melodico che nel corso dello svolgimento si evolve attraverso un audace susseguirsi di variazioni fino al climax finale.
Inoltre la preminenza del costruttivismo musicale mi ha permesso di concentrarmi sulle peculiarità timbriche degli strumenti esaltando il nitore geometrico dell’intreccio.
Fustigando con ironia il sentimentalismo piccolo-borghese con questa geniale opera credo di essermi spinto ben oltre lo sterile e ormai obsoleto post-avanguardismo combinatorio di matrice atonale per assolvere il compito di schiudere orizzonti prima impensati.

52 thoughts on “music for PLASTIC PIG, RUBBER CHICKEN, FLUTE AND VOICE

  1. per festeggiare questo tuo balzo in avantissimo, ben oltre l’umana concezione del bello, ridefinendo così i canoni estetici musicali correnti, ti consiglierei di abbrustolire il porco su un simpatico fascio di cannabis e sniffarti i fumi

    Liked by 2 people

  2. La conclusione brusca e senza ripensamenti coglie di sorpresa l’ascoltatore rapito dal dialogare degli strumenti, umani e non, e lo lascia sbigottito, solo, in un mondo in cui tace l’armonia.

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s