Nuovo album dal vivo!

Titolo: Musica Devastante
Autori (?): (b)ananartista SBUFFUFF e Matthew MacRoadhouse
Ecco la descrizione che ne fa il noto critico musicale Chârdeul Ihuxsiov:
La vera musica non può lasciare indifferenti. La musica di (b)ananartista è devastante. Egli, quasar biologico a-naturale, genera arte in aperta violazione della fisica, anticipando le rivelazioni ancora negate dalla futurologia. La sua musica de-esistente è il presupposto stesso della olo-creazione, un antitelefono tachionico in comunicazione con remote ere pregalattiche.
Astro splendente del desert
rock e della no music, completa l’iper-duo la magnetica antipresenza di Matthew MacRoadhouse. Con le sue radici nella scarna magia del New Mexico, la critica lo ha battezzato ‘la progenie morale di John Cage e Johnny Cash’.
Con questo album possiamo garantire la vostra estasi, non la vostra sicurezza. Buon disascolto.

(b)ananartista Sbuffuff: vox, chitarre, fiati
Matthew MacRoadhouse: olopianola, youtube, pollo, testi di Un Artista Minimalista.
Copertina realizzata da (b)ananartista Sbuffuff a partire da una devastante fotografia di Dario Antonetti.

La musica devastante di (b)ananartista

Venerdì 22 Luglio 2022 a Cantù presso il Parco del Bersagliere,
la musica devastante di (b)ananartista SBUFF delizierà le vostre orecchie.
(con la straordinaria ed inaspettata sparizione di Un Artista Minimalista).

Inoltre durante la serata tanti altri mirabolanti musicisti e band.
Ecco il programma completo:

Ti aspetto numeroso.

Satan Karkadè


“Come una teleria dai magnificenti tessuti, le trame musicali di (b)ananartista ritornano a filarci, minuziose cornucopie d’amalga-menti.
Principalmente ispirato dal silenzio dell’essere, l’ananautore dalle mille rivoluzioni ed inesauribile strudel ci galvanizza con un poker di 19 gemme foniche in un mix di cacofulmini e rugiade essenziali, assolute fragranze per uditi.
L’attesa che nutre se stessa, ora digiuna. Abban-donatevi alle ig-note: (b)ananartista ha plasmato inni che vi ascolteranno, canteranno ed insegneranno, autotunica éxtasis, la sefirottica danza delle danze.”

– testo critico di: Chãrdeul Ihuxsiov

Buon ascolto.