Le mie lacrime si condensano nella baia della morte

lacrime che si condensano: lake beach black and white photography art by (b)ananartista sbuff

Ho sceso i milleduecentocinquantatre gradini della perdizione ma non mi sono perso.
I fili d’erba potrebbero strozzarmi e potrei annegare in una pozzanghera alta tre millimetri.
Ma non mi sporgo dal pudore di essere nudo di fronte all’eternità.
Ho tessuto fili spinati sui raggi biechi di una stella perforata da un maniaco sessuale.
Avrei potuto imbrattarmi e invece ho imbottito di piume la pece.
Ho contato le particelle contenute in un grammo di sabbia volavano come catrame nel cielo aperto.

Lascia che ti sfogli questo plico di opere create negli ultimi mesi

Concediti una meritata pausa ed immergiti nei miei infiniti spazi.
Fra i colori e le linee di questi pittogrammi interstellari troverai sicuramente la tua trebisonda.
Ti ricordo inoltre che tutti questi pezzi d’arte saranno presenti (insieme a molti altri) nella mia mostra che inaugurerò Sabato 27.
Rimando a questo altro mio articolo per ulteriori informazioni:
https://bananartista.net/2018/10/14/eccessivo-mostra-di-bananartista-a-pescara/

Per chi invece ancora non è sazio e vuole contemplare le 2094 opere che ho pubblicato su instagram ecco il link:
http://www.instagram.com/bananartista

Buona Visione.