Panoplia d’ausência ctonique

E’ con orgoglio e passione che vi presento questa nuova azione filmica e suite musicale dei Conceptus.
A breve presenteremo questo cortometraggio sperimentale nelle maggiori fiere internazionali.

Qui di seguito un breve testo critico e presentazione dell’opera:

Inenarrabile crogiolo di visioni divise, iterazioni reiterate in un limbo libitum che echeggia – disintegrandola – la frammentazione dell’umano, traslato a rifiuto, sublimato ad videum.
In questa ecatombe attante della semiotica i Conceptus mostrano la smaterializzazione ctonia del corpus vivendi nella miriade di bit-frammenti ciber-uranici.
L’urgenza gestuale incontenibile del collettivo, come un futuribile dispositivo Guillotin, cala sul collo sonnolento dello spettatore ridestandolo in un fiotto di autentica energheia generatrice.
La gestazione frenetica dell’atto filmico sembra riverberare (ab aeterno) le vacillanti
psico-rhizomata dell’homo technologicus immerso nel suo plancton-vangelo venefico, per poi rigenerarle con fauci-tremens foto-ricomponibili.
Con mano feroce il regista ritorce e tormenta il medium visivo scarnificandolo in un gelido, rigoroso black and white ricolmo di antichi terrori e moderna apatheia.


Hanno partecipato a questa composizione:
Salvatore Ming, Salwatore Cing, Atti Effimeri, (b)ananartista orgasmone sbuffuff, Toresa Chopinaya, Ivan Lungaggini, Spirith Jenio e Apeiron Golia Tkoahbs

Supporta anche tu Mister Cucchiaione!

Mister Cucchiaione ha bisogno del tuo spirito d’osservazione.
Aiutalo a ritrovare il perduto frutto del susino (prunus domestica).
In questo docu-film potete notare tutta la sua immane disperazione e frustrazione (frustazione? fustigazione? fustino? tutino? albedo?)
Il suo immenso naso a forma di mestolo come un robotico sensore sta analizzando e smistando dati alla velocità del fulmine, ma invano.
Abbiamo bisogno di telescopi, binocoli, sonde elettromagnetiche, satelliti geostazionari, natiche e rabdomanti.
In cambio riceverete l’esclusivo bambolotto cicciotto a forma di paiolo in carne umana usato dal nostro eroe nei momenti di solitudine.

ICH BABBELN – splatter voices – studium trascendentia

Questo è uno studio sul valore trascendentale del linguaggio inteso come parola-suono nel suo generare senso, al di là di ogni semantica.
I fonemi destrutturati vanno a fondersi in un coacervo dai connotati mistici: la divina arte del gossip si manifesta dunque nel suo più acerbo splendore.
Proclamo che questo “io chiacchiero” universale sia il seme generoso di una nuova era.

COOL TZADIK HYPERION SAMBA BORING PLAGIARISM (cioccolatino)

tzadik hyperion john zorn plagiarism abstract avant-garde experimental outsider art by (b)ananartista  sbuff
“cool tzadik hyperion samba boring plagiarism cioccolatino 02” – mixed media on paper – http://www.bananartista.com
tzadik samba plagiarism abstract avant-garde art by (b)ananartista orgasmo sbuff
“cool tzadik hyperion samba boring plagiarism cioccolatino” – mixed media on paper – (b)ananartista 014

When I’m writing, sometimes it gets to that place where I feel like the piece is writing itself and I’m trying not to get in the way.
(John Zorn)
“There is a fullness and calmness there which can come only from knowing pain.”
(Dan Simmons, Hyperion)
I took inspiration from Andy Warhol‘s “Empire,” his “unwatchable” 24-hour film of the Empire State Building. Similarly, imagine a book that is written with the intention not to be read. The book as object: conceptual writing; we’re happy that the idea exists without ever having to open the book.”
(UNCREATIVITY AS A CREATIVE PRACTICE)
The world is full of objects, more or less interesting; I do not wish to add any more.”
(
Kenneth Goldsmith, Uncreative Writing: Managing Language in the Digital Age)

 

White Nights (a Sachertorte for Dostoevsky)

sachertorte
“White Nights – a Sachertorte for Dostoyevsky” – mixed media on Dostoyevsky novel – (b)ananartista 20014
nights
“white nights” – mixed media on Carrefour BIO chocolate  – http://www.bananartista.com

Chocolate and Dostoevsky, for my dinner, Sachertorte for Fyodor, poor folk, poor idiot.
I’m a total idiot, I’m eating the essayst, I’m writing the cake, I’m your crime, I’m your jam,  I’m your dandy.
I have Nastenka in my blood, I’m the solid section, you are the dreamer, Fyodor is the land of loneliness, the cream of the human kind, the biologic hammer of love of vermins of seeds of  Plato’s Cave armpit .
“Oh gore of the bloody white night, transmigrate me in the jam tower of the Demons
Take me to the Irrational Man and kill the gothic fiction of the apricoat dandy”

And now read the short story: https://archive.org/details/whitenightsother00dostiala
And watch the film of Luchino Visconti: www.youtube.com/watch?v=XwhTpLZnpYg