Natura morta lampeggiante

natura morta lampeggiante - opera di (b)ananartista sbuff

Con questa opera ho voluto esprimere l’inesprimibile.
Mi sono immerso a lungo nelle giare e ne sono uscito trasformato ed ho subito ricamato per voi questa febbrile testimonianza.
Non se ne io andavo viceversa nel golfo usate è stata si ottiene andarono tavolata.
Talvolta allegra tavolata volata oliata ata ta aaaaaaaaaaaaaaaa.
Infatti l’immagine ha delle occulte magiche proprietà: se fissi il trapezoide centrale rosso per quindici secondi vedrai apparire il sacro toro dalle centro teste a poppavia.

Fammi sapere come va l’esperimento con un bel commentone fragrante e genuino.

Per una versione in bianco e nero segui invece questo attraente link:
https://www.instagram.com/p/BZcZwn9BoDq/

ciao!

Perchè io dei vostri fischi non me ne infischio

Cliccando questo video scoprirai fino a che punto si spinga la mia gratificazione nel ricevere i vostri soavi fischi.
Stridii in questo caso gentilmente concessi da Ysingrinus
https://yziblog.wordpress.com

Ulteriori contributi (sibili, uova marce, ruggiti di disapprovazione) saranno oltremodo graditi (ed inseriti nei miei prossimi video).
Inviameli a info@bananartista.com

Vi saluto con alcune (ir)rilevanti parole di Filippo Tommaso Marinetti tratte dal Manifesto dei Drammaturghi futuristi:

3. Gli autori non devono avere altra preoccupazione che quella di un’assoluta originalità novatrice. Tutti i lavori drammatici che partono da un luogo comune o attingono da altre opere d’arte la concezione, la trama o una parte del loro svolgimento, sono assolutamente spregevoli.

11. … noi insegniamo agli autori e agli attori la voluttà d’esser fischiati.

BUONA VISIONE.

6 aforismi di Emil Cioran per vivere meglio

“Stiamo assistendo ad una vera e propria epidemia di vita, a un brulicare di visi. Dove e come potremo restare ancora faccia a faccia con Dio?”

“Siamo stati felici soltanto nelle epoche in cui, avidi di annientamento, con entusiasmo accettavamo il nostro niente.”

“Dove fuggire? Non esiste più nessun luogo, dove sia possibile esecrare professionalmente questo mondo.”

“Pensare a propria insaputa, o piuttosto non pensare affatto ma starsene lì a divorare il silenzio, ecco dove dovrebbe sfociare la chiaroveggenza. Nessuna voluttà è paragonabile a quella di sapere che non si pensa.”

“E’ nostro diritto imparare a distruggerci al momento giusto.”

“Poichè niente è, tutti gli attimi sono perfetti e nulli, ed è indifferente il goderne o no.”

“Non esiste verità se non nell’impiego delle forze fisiche e nella contemplazione; il resto è accidentale, inutile, malsano. La salute consiste nel lavoro fisico e nella vacuità, nei muscoli e nella meditazione;”

Adesso con queste frasi di Emil Cioran hai sicuramente raggiunto il Nirvana.